Partinico incorona la Cassatedda di Ciciri

La splendida cornice della Cantina Borbonica di Partinico è stata teatro dell’evento che ha sancito la Cassatedda di Ciciri, dolce tipico della città del Golfo di Castellammare, eccellenza gastronomica da essere annoverata nella Comunità di cibo dello Slow Food. La serata, riservata agli operatori del settore, è stata splendidamente organizzata dalla Pro Loco Cesarò di Partinico, rappresentata da Benito Coniglio e Matteo Lo Duca, da Slow Food Palermo e  patrocinata dal Comune di Partinico. Presentati i vini dell’azienda Cossentino, tra cui un eccellente moscato, ottenuto con l’antico vitigno Moscato delle Rose. Perfetta l’organizzazione dell’evento, curato dallo chef Gioacchino di Franco, dal sommelier Totò Bonura e dal Maestro pasticcere Paolo Antico, che ha recuperato la ricetta della Cassatedda ispirandosi a quella della mamma. Interventi del Sindaco Maurizio De Luca e del Senatore Francesco Mollame che hanno sottolineato l’importanza della manifestazione quale volano dell’economia dell’intero territorio. Menzione speciale ai ragazzi e ai docenti dell’Istituto Alberghiero “Danilo Dolci” di Balestrate, ospitato a Partinico, che hanno permesso la perfetta riuscita dell’evento. Da oggi questo dolce tipico verrà ancor più apprezzato e promosso, si spera, nelle pasticcerie della città e del territorio. Si preannuncia una manifestazione pubblica dedicata proprio alla regina cassatedda.

Antonio Catalfio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: