Palermo: salvato a Sant’Erasmo un Ficus Elastica

Intervento del Laboratorio Idv ambiente regione Sicilia e tutela degli animali ,capitanati dalla rappresentante regionale Elvira Dragonia Vernengo presso il cantiere per la riqualificazione del porticciolo di Sant Erasmo. Secondo le testimonianze dei titolari del cantiere stesso durante i lavori sarebbe caduto accidentalmente e successivamente abbattuto, un magnifico esemplare di ficus elastica, che risiedeva proprio nella zona antistante il porticciolo da decenni, il simbolo del porticciolo stesso.

Ph. Elvira Dragonia Vernengo

Gli ambientalisti, allertati dagli abitanti della zona, hanno fatto visita al cantiere, anche per accertare le condizioni di salute dell’altro esemplare di Ficus, posto nella stessa zona ,che a causa pare, dell’abbattimento di un muretto che in qualche modo lo sorreggeva, ha a sua volta perso stabilità. E si trova attualmente in una condizione critica, sostenuto dalle ruspe della ditta appaltante. Dopo averne costatato lo stato,si è immediatamente provveduto ad allertare le autorità comunali competenti, per decidere il possibile trasferimento dell’albero stesso, molto complicato dalle dimensioni, provato dagli accadimenti dei giorni scorsi.
“La funzione di controllo sul verde – dichiara Elvira Dragonia Vernengo –  e dell’attuazione di pratiche a sua protezione sono fondamentali. In questo caso felice si sta realizzando una sinergia positiva con i funzionari del Comune che si occupano di tale settore, grazie anche all’intercessione di persone sensibili alle tematiche verdi, impiegati scrupolosi con cui c’é una comunione di intenti, caso più unico che raro; speriamo nell’esito felice di questa collaborazione con il settore verde e giardini ed i Rangers palermitani , con la ripiantumazione in una zona tranquilla , dove l’albero possa riattechire” conclude la Vernengo. Presenti alla visita il consigliere Paolo Caracausi, le attiviste Monica Miceli , Serenella Catanese, Loredana D’Agostino e la rappresentante nazionale del Laboratorio Beatrice Feo Filangeri, visibilmente soddisfatta dopo due giorni di tensione altissima:”Ho ricevuto l’allarme per il taglio dei ficus e ci siamo subito attivati e ho innescato un tam tam di telefonate, facendo da tramite con il Comune, con il Consigliere Caracausi, con Sergio Calò del Comune e i rappresentanti della ditta. Ho lavorato giorno e notte per salvare quest’albero e ancora adesso sono in contatto con gli uffici comunali. Ringrazio tutti per il risultato raggiunto”.  I tecnici confermano che l’instabilità del ficus caduto determinata da una impossibilità dell’apparato radicolare a svilupparsi opportunamente a causa dell’acqua salmastra sottostante; questo ha fatto si che si sviluppassero superficialmente
Le dimensioni raggiunte hanno fatto il resto. Per una volta non ci sono cattivi di turno.
Rimane il problema del salvataggio dell’albero superstite.

Antonio Catalfio

5 Replies to “Palermo: salvato a Sant’Erasmo un Ficus Elastica”

  1. Grazie alla sensibilità di queste persone che si sono adoperate per la protezione delle piante in essere, abbiamo appurato le condizioni e le cause accidentali che hanno causato il cedimento dell’albero, il direttore dei lavori e la ditta appaltatrice stanno collaborando al fine di salvare le piante, abbiamo dato disponibilità di un nuovo adeguato sito dove impiantare tali alberature, provvederanno con personale specializzato a spostare le piante con la nostra collaborazione. Il Comune è sempre disponibile al dialogo costruttivo a salvaguardia e interesse dell’ambiente e alla collaborazione con enti di qualsivoglia tipologia con obiettivi di miglioria alla città. Per tanto con una buona comunicazione si riesce a trovare delle buone soluzioni
    Cordiali Saluti
    Sergio Calò

  2. Ringrazio particolarmente i Ranger che danno sempre un grande contributo (anche in questo caso) e una preziosa e laboriosa collaborazione nella salvaguardia dell’ambiente. Grazie al Dr. Giovanni Provinzano per la sua metodologia paziente di chi lavora con passione e diligenza

  3. Complimenti alla sempre disponibilità del comune nella persona del tecnico Sergio Calò che con la sua professionalità saprà adoperarsi al salvataggio di questo meraviglioso esemplare…#ANDIAMOAVANTI…!

  4. Ringrazio personalmente Sergio Caló persona capace e sensibile alle esigenze moltiplici della città con cui esiste comunione di intenti, e la parteciazione attiva dei Ranger , guidati ottimante da Giovanni Provinzano.
    Elvira Dragonia Vernengo

  5. Grazie a tutti quelli che si battono per l ambiente, da anni sono lotte continue, basta poco per essere collaborativi e propositivi…. Andiamo avanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: