Cinisi: discarica vicino al centro comunale di raccolta

Nonostante il Centro Comunale di Raccolta, ubicato alla fine di Via Cappella Signuruzzu nei locali confiscati alla mafia, sia aperto tutti i giorni fino alle 17, escluso il mercoledì, si trovano cumuli d’immondizia non smaltiti regolarmente, sul ciglio della strada, in prossimità del C.C.R.
Se capita più spesso di seguire la scia di rifiuti non ingombranti, come sacchi o pannolini sporchi, sulla strada sterrata adiacente all’autostrada A29 viene buttato anche materiale speciale e inquinante, come eternit, elettrodomestici guasti, mobilia in vecchio stato e altri oggetti rotti, che evidentemente qualcuno con poco senso civico getta all’aperto, pur di non tenerseli in casa e smaltirli in maniera corretta. La cosa più preoccupante è che si tratta anche di materiale tossico, nocivo, tra cui flaconi di detersivi o prodotti per le auto.
Si chiede, perciò, un controllo più attento della zona e ci si augura che all’esterno del punto di raccolta non si trovi più altro materiale di scarto, nel rispetto dell’ambiente, delle persone che ci abitano e degli animali custoditi nelle stalle qui vicino.
Considerando, anche, che non tutti i residenti dispongono di un mezzo per conferire questi oggetti ingombranti al centro comunale, non sarebbe più opportuno concordare con gli operatori ecologici un giorno e un orario in cui esporli fuori dall’abitazione, affinché gli addetti allo smistamento possano raccoglierli con camion e furgoni, nel rispetto di tutti?
Oltre a questa vergognosa discarica si segnalano altri disservizi nell’area circostante: pali bruciati che dondolano sospesi al vento e stagni d’acqua fangosa creati dalla pioggia.
Insomma, questa parte del paese, benché sia ricoperta da campagna, andrebbe risistemata, ne sanno qualcosa gli appassionati di walking e gli allevatori, che escono all’alba per fare esercizio fisico e far pascolare il bestiame.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *