Terrasini, per il “Nannu” prendi due e paghi tre

La tradizione del Carnevale a Terrasini, ha inizio negli anni sessanta dello scorso secolo, quando la Pro Loco e il Comune iniziarono la sfilata dei carri allegorici. L’evento si perse ben presto, ripreso dal Comune di Cinisi che ne fece un evento che attira migliaia di turisti. Un tentativo di ripresa, criticato da molti perché un doppione di una manifestazione che si tiene a tre chilometri, fu posto in essere dall’amministrazione Carrara alla fine degli anni 90. Il Nannu, costò allora migliaia di lire tanto che un consigliere comunale esclamò “che il Nannu aveva forse gli attributi d’oro”. Da qualche anno si è ripreso nel comune marinaro a feteggiare il carnevale, con scarsi risultati per presenze turistiche. Oggi si conclude la trilogia del Nannu, arrivo, matrimonio e consolo, a torre Alba. 3660 euro, comprensivi di Iva, per la Associazione Arcobaleno di Terrasini, che il 26 febbraio, pochi giorni prima del carnevale, presenta una richiesta di affidamento diretto al Comune. che l’approva celermente due giorni dopo, a soli quattro giorni dall’evento. Con Determina numero 61, infatti, l’ufficio Turismo “Premesso che fin dai tempi passati la tradizione del Carnevale costituisce per Terrasini un momento di aggregazione collettiva di grande allegria nel rispetto delle sane tradizioni e che pertanto l’Amministrazione Comunale vuole confermare la volontà di recuperare detta tradizione, promuovendo iniziative che allietino la cittadinanza, coinvolgendola direttamente, per tenere viva la tradizione del Carnevale e favorire la presenza di turisti ed emigrati nel territorio comunale: che l’Associazione ASD Arcobaleno di Terrasini, con nota prot. n. 4535 del 26/02/2019, ha trasmesso all’Ente una proposta progettuale che comprende tre grandi eventi da svolgersi nel periodo del Carnevale, in tre date diverse, denominati “L’arrivo del Nannu”, “Lu Matrimoniu” e “U Cunsulu”, che prevedono la partecipazione attiva dei cittadini che si vedranno coinvolgere con le loro famiglie nella frizzante e giocosa atmosfera del Carnevale;  che l’Amministrazione, nella persona del Sindaco ha espresso parere favorevole alla proposta …  il Capo Area V determina di affidare alla Associazione Arcobaleno Terrasini la realizzazione di una proposta progettuale al costo di 3.000 euro, oltre Iva per un totale di 3.660 euro”. Un evento rivolto, come dice la stessa determina, alla cittadinanza, quindi più un evento sociale che turistico. Siamo curiosi infatti come in soli 3 giorni, turisti ed emigrati abbiamo potuto programmare un viaggio o una visita per godere almeno del primo dei tre “grandi eventi”. Tre grandi eventi dunque che, inspiegabilmente e in difformità con la proposta, si sono ridotti a due giorni. Ma dopo la torta nuziale del matrimonio, consoliamoci stasera a Torre Alba con il “Cunsolo”.

Antonio Catalfio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: