Partinico si risveglia con il blocco del conferimento dell’organico

Chiude la discarica di Catania, per una settimana a partire da oggi, la raccolta dell’organico verrà drasticamente limitata. Il sindaco Maurizio De Luca. “Limitate la produzione di rifiuto organico”. Tra le mille difficoltà per rimettere a regime la raccolta difefrenziata nel Comune di Partinico, ecco l’ennesima tegola che rischia di far precipitare nuovamente la città in emergenza igienico sanitaria. “Poche ore fa – dichiara il Sindaco Maurizio De Luca –  ci è stato comunicato che la piattaforma di Catania utilizzata dal Comune di Partinico e da molte amministrazioni del comprensorio per il conferimento dell’organico rimarrà chiusa per una settimana, a partire da lunedì prossimo. Molti comuni del comprensorio in questi giorni

Maurizio De Luca

dovranno fronteggiare questo problema. Il servizio verrà’ comunque garantito. Ma chiediamo alla cittadinanza di collaborare, cercando almeno di limitare la produzione di rifiuti organici per i prossimi giorni. Si tratta di disservizio che non è stato causato dall’amministrazione comunale, ma da un sistema dello smaltimento rifiuti che soffre di una grave carenza di impianti in tutta la regione. Attualmente non ci sono impianti alternativi in cui conferire. Non sarà possibile conferire nella discarica di Palermo, a causa di un debito di 600 mila euro accumulato dal Comune di Partinico negli anni scorsi.
Chiediamo con forza alla Regione, un’accelerazione sulla programmazione impiantistica e sugli investimenti, che favorisca la chiusura del ciclo rifiuti a livello locale, con strutture a basso impatto ambientale. Ci sono tante realtà a livello nazionale che sulla scia della strategia rifiuti zero, sono riuscite a chiudere il ciclo con tecnologie innovative e sostenibili sulla green economy. Stiamo lavorando ad una serie proposte da sottoporre alla Srr. E’ urgente anche l’istituzione di un prezziario regionale sulle tariffe di conferimento, per stabilizzare i costi per le amministrazioni e per i cittadini, ormai diventati insostenibili”. Infatti, come ha dichiarato lo stesso sindaco venerdì scorso, durante l’incontro con Legambiente, il Comune paga di più per conferire l’organico a Catania che per l’indifferenziato. L’ennesimo paradosso del sistema rifiuti in Sicilia.

Antonio Catalfio

One Reply to “Partinico si risveglia con il blocco del conferimento dell’organico”

  1. Debito di 600.000 euro che il Comune ha nei confronti della discarica di palermo????
    Partinico, e in primis i suoi abitanti e la sua immagine, sta piangendo anni e anni di mal governo. Ora, la nuova amministrazione sarà in grado di fronteggiare tutti questi problemi a cui si è aggiunto anche il dissesto finanziario?
    Impianto di compostaggio chiuso a Catania e mezza Sicilia dovrà ridurre la produzione di organico. 🤔
    È tutti gli altri rifiuti differenziati verranno raccolti correttamente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: