Terrasini, “nannu” di Carnevale senza musica, altra determina ad evento quasi concluso.

A Terrasini, si è festeggiato il “Nannu” di Carnevale, affidando in extremis ad una Associazione, la realizzazione di “tre grandi eventi in tre date diverse”, poi inspiegabilmente realizzate in soli due giorni: il 4 ed il 9 marzo. Un progetto degno di accoglimento e favore da parte dell’Amministrazione, ma mancava un presupposto fondamentale: l’accompagnamento musicale. E così in fretta e furia, non l’Associazione, già destinataria dell’affidamento diretto per 3660 euro iva compresa, ma alla Banda “Giacomo Puccini” di Terrasini, viene affidata, a spese del Comune, l’accompagnamento musicale per la cifra di 550 euro, iva compresa, per un solo giorno. Il Consigliere Eduardo Cammilleri ha presentato una richiesta di accesso agli atti:”In merito alla vicenda del carnevale riteniamo siano necessari dei chiarimenti da parte dell’amministrazione. Vogliamo verificare, anche a mezzo degli strumenti che abbiamo a disposizione, come l’interrogazione consiliare, i motivi di questa spesa e di questo affido diretto e dare un giudizio più netto”. La Banda infatti protocolla la richiesta n° 5036 il 4 marzo 2019, assunta al protocollo settoriale il giorno dopo, quando già il “Grande Evento” era iniziato con la giornata del 4. Richiesta respinta o suggerimento di rivolgere la richiesta alla associazione affidataria? Il Comune invece, “nella persona del Sindaco, ha espresso, in calce alla nota summenzionata, parere favorevole all’accoglimento della proposta, dando consequenziali direttive all’Ufficio Turismo di porre in essere gli atti necessari”. E così a manifestazione già iniziata e mutila di un giorno, (ne erano previsti ricordiamo tre in tre date diverse), “L’offerta presentata dall’Associazione Musicale G. Puccini di Terrasini risulta consona alle esigenze dell’Ente e meritevole di accoglimento per le sue specifiche peculiarità, prendendo atto della originalità della proposta stessa che permette di ricreare l’atmosfera musicale dell’antica tradizione popolare siciliana; che la tardiva presentazione della proposta da parte dell’Associazione Musicale G. Puccini non ha consentito l’attivazione delle procedure amministrative di autorizzazione relative alla manifestazione svoltasi in data 04/03/2019 in quando la proposta è stata consegnata in data successiva all’evento” si affida (per un solo giorno) l’accompagnamento musicale di un altro progetto già approvato, che avrebbe dovuto comprenderlo, alla Banda per 550 euro, per un tolale complessivo di 4210 euro. Così il 9 marzo, giorno del “cunsulu” il funerale del “nannu” a torre Alba, per fortuna le trombe hanno squillato ed i tamburi rullato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: