Riprende a Partinico la raccolta rifiuti dopo l’ordinanza. Scongiurato l’ennesimo stop

La raccolta rifiuti a Partinico e in altri comuni del comprensorio rischiava uno stop con conseguenze inimmaginabili per l’igiene pubblica e i lavoratori del comparto. Questa volta la città dello Jato è stata protagonista per la risoluzione dell’impasse dovuta alla scadenza degli incarichi commissariali delle Srr. Il sindaco Maurizio De Luca, infatti, domenica scorsa, mentre in Consiglio si dibatteva sull’aumento della Tari e volavano stracci, segno di un nervosismo

Maurizio De Luca. Ph. Priscilla La Franca

ormai palpabile tra le varie componenti del massimo consesso civico, era a Palermo per promuovere una riunione tra i sindaci interessati e gli organismi regionali. Oggi, la decisione del Tribunale sblocca il servizio e, dopo lo stop del porta a porta di ieri, la raccolta torna a pieno regime. “Il Tribunale di Palermo – dichiara Maurizio De Luca – nelle scorse ore ha autorizzato la prosecuzione del servizio raccolta rifiuti fino alla definizione della gara ponte che il Comune sta già espletando. Grazie all’impegno frenetico di questi giorni è stato scongiurato il blocco del servizio e il licenziamento dei lavoratori. Si tratta di un risultato importante che premia il lavoro di squadra portato avanti dai sindaci di questo comprensorio e dal governo regionale”. Ci fa il punto della situazione della raccolta l’Assessore all’ambiente Monica Supporta:”Lunedì purtroppo il servizio porta a porta di raccolta

Monica Supporta

differenziata ha avuto una battuta d’arresto. A seguito dell’ordinanza dell’Assessorato regionale ai Rifiuti dello scorso 27 marzo, è stato necessario acquisire un’autorizzazione da parte del Tribunale di PAlermo per poter continuare a gestire il personale dell’ex ATO PA1. Ieri siamo risuciti a garantire le postazioni mobili dislocate nei quattro punti stabiliti, ma oggi riparte tutto a regime! Siamo quasi – continua – in dirittura d’arrivo per l’affidamento ad un unico gestore del servizio che ci permetterà di risolvere gran parte dei problemi che, ad oggi, quotidianamente si presentano. Chiedo un’ulteriore collaborazione ai cittadini: rinviate a mercoledì il conferimento dell’umido e oggi lasciate fuori solo l’indifferenziata (come da calendario) che, vi ricordo, non è TUTTO ma TUTTO CIO’ CHE NON E’ DIFFERENZIABILE. In altre parole tutto ciò che non è carta, cartone, plastica, vetro, alluminio e umido. Ringrazio ancora i cittadini per la collaborazione e scusate l’ennesimo disservizio”.

Foto di copertina: Partinico, panorama dal Colle Cesarò. Ph. Vincenzo Saputo

Antonio Catalfio

One Reply to “Riprende a Partinico la raccolta rifiuti dopo l’ordinanza. Scongiurato l’ennesimo stop”

  1. Bloccare, anche per un solo giorno la raccolta (differenziata) dei rifiuti provoca disagio, e provoca disillusione in quei cittadini che, dotati di buona volontà e fiduciosi nella finalità della raccolta differenziata, si sentono quasi abbandonati o traditi dall’istituzione, anche, e soprattutto, alla luce dell’aumento della TARI voluto dall’amministrazione comunale; aumentare le entrate comunali per poter coprire spese e costi è necessario, ma…..perchè devono pagare sempre i soliti che già pagano tasse salate? non sarebbe meglio far pagare a tutti i cittadini le tasse?
    Ma nel nostro paese funziona così…..pochi fessi (e corretti) cittadini pagano…. gli altri, i furbi, NO…………e nessuno gliele chiede!
    Tra chi non paga le tasse ci sarà sicuramente chi non può, non per furbizia, ma per non capacità economica; ma tutti gli altri (che sono il numero maggiore) hanno sempre fatto, e continueranno a fare, orecchie da mercante….”Tanto, cu m’avi a diri nenti???”
    Pagare il conferimento in impianto dell’umido ha costi elevati? Eliminiamo, o meglio riduciamo l’umido: invitiamo la gente all’uso delle compostiere domestiche (in giardino, in balcone, ecc).
    Come circolo abbiamo proposto una sperimentazione su un campione di famiglie a cui far fare il compostaggio domestico, finalizzato alla riduzione della TARI.
    Ma per adesso….solo aumenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: