Partinico: Casa di Cura Igea, settant’anni di eccellenza e innovazione

Nel panorama imprenditoriale siciliano è ormai difficile il riscontro di aziende che sono sulla breccia in maniera continuativa da anni. Tante imprese hanno chiuso i battenti, travolte dalla crisi generalizzata e da una politica che ha penalizzato la Sicilia, nell’innovazione, nei trasporti, nell’idea stessa di Sicilia Imprenditoriale. Ma, per fortuna esistono tante eccezioni, aziende che nonostante crisi e trasformazioni, non solo mantengono aperte le porte ma innovano le strategie aziendali

Il Piano Avellone lastricato con tracce della fontana, Palazzo Butera – Patti e la Clinica

garantendo prestazioni d’eccellenza. A Partinico, grosso centro agricolo nella provincia di Palermo, una casa di cura il prossimo anno compirà 70 anni di attività: Il 13 Marzo del 1951, il Dott. Michele Patti, chirurgo ortopedico, ottiene l’autorizzazione dal medico provinciale di Palermo ad aprire le porte della “Clinica Patti“, oggi Casa di Cura Igea. Da allora è iniziato un viaggio imprenditoriale  dove innovazione e specializzazione non hanno mai perso di vista la solidità etica di un’azienda a conduzione familiare.  Igea, dopo la scomparsa del suo fondatore, è rappresentata nel Consiglio di Amministrazione, dalla Presidente Emilia Priolisi e dai figli Pietro e Pepa Patti. Tra il 1991 e il 1994 la struttura viene totalmente ristrutturata e rinnovata negli spazi e nelle tecnologie. Negli anni 2006 e 2007, una radicale trasformazione dell’azienda ha richiesto importanti interventi strutturali ed organizzativi, che ne hanno radicalmente modificato in positivo, la fisionomia originale, offrendo all’utenza una struttura all’avanguardia. Oggi la Casa di Cura Igea è una struttura sanitaria a

Sala operatoria anni 1950/60

indirizzo monospecialistico in Ortopedia e Traumatologia e Riabilitazione ortopedica intensiva con 60 posti letto convenzionati col Sistema Sanitario Nazionale. Fiore all’occhiello della struttura è il complesso operatorio classificato sec. norma UNI EN I.S.O.14 6441 in classe 5, con flusso laminare, impianto di ventilazione e condizionamento a contaminazione controllata, dispositivi

Radiologia 1960

d’allarme acustici/ottici, filtri ad altissima efficienza (h14), sistema di acquisizione immagini per ogni sala operatoria centralizzato e con possibilità di trasmissione in videoconferenza, a garanzia della sicurezza degli operatori e dell’utenza. La Qualità dei servizi offerti è garantita dall’applicazione del Sistema Qualità rispondente alle linee guida della norma ISO 9004:2000 ed alle prescrizioni della norma ISO 9001_2008, in base alle quali l’Ente di certificazione RINA ha rilasciato, in data 11/09/2001, la certificazione valida in campo nazionale ed internazionale. Le prestazioni erogate comprendono visite mediche, assistenza infermieristica, fisioterapica ed ogni altro atto e procedura diagnostica e/o terapeutica necessaria per risolvere i problemi di salute dei degenti e degli utenti in generale. Ha, infine, adottato un sistema di gestione per la salute e la sicurezza del lavoro certificato secondo lo standard BS OHSAS 18001:2007 (certificato n°2456 del 2015).
La Casa di Cura ha collaborato con la Regione per raggiungere gli obiettivi dalla stessa individuati quali il rispetto degli “Standard regionali per la gestione integrata del percorso di cura delle persone anziane con frattura di femore” illustrati nell’allegato D.A. n. 2025/2015.

Sala operatoria 2020

La struttura è attenta alla puntuale osservanza delle attività richieste dal sistema di gestione qualità e rischio clinico, con adeguamento agli standard esplicitati dal Decreto Assessoriale del 13/03/13 “Linee di indirizzo per le attività di controllo analitico delle cartelle cliniche nel S.S.R.”, con il coinvolgimento di tutte le figure professionali di struttura, nelle attività formative specifiche interne, oltre alla partecipazione degli stessi alle attività formative istituzionalmente previste. Inoltre l’azienda ha reso interamente informatizzata la gestione del percorso clinico assistenziale del paziente afferente in Struttura, la cartella clinica, digitalizzazione della diagnostica per immagini, diagnostica di laboratorio ed ha creato una rete wireless che permette in tempo reale la compilazione e consultazione della documentazione sanitaria, da parte sia del personale medico che infermieristico, con l’ausilio di notebook per le diverse Unità Funzionali. Le prestazioni erogate comprendono visite mediche, assistenza infermieristica, fisioterapica ed ogni altro atto e procedura diagnostica e/o terapeutica necessaria per risolvere i problemi di salute dei degenti e degli utenti in generale. Dall’idea visionaria del dott. Michele Patti di aprire una Clinica in provincia, tanta strada è stata intrapresa ed oggi come ieri, la Casa di Cura Igea di Partinico è un punto di riferimento siciliano, apprezzato dai degenti che esprimono nella totalità recensioni positive ed entusiaste per eccellenza sanitaria, pulizia ed igiene degli ambienti, sensazione di casa e famiglia nell’accoglienza e permenenza nella struttura.  L’Organigramma odierno vede a capo della struttura la signora Emilia Priolisi, Presidente del CdA e Direttore Amministrativo, Pietro Patti membro CdA e Responsabile Qualità, Pepa Patti medico nutrizionista specializzato in nutrizione clinica, Responsabile Risorse Umane  e membro CdA, Francesco Renda Amministratore delegato,  Il Direttore Sanitario Donato Mazzola, Responsabile di Raggruppamento Area Chirurgica e U.O. Ortopedia Pietro Palazzolo, Responsabile Servizio Radiodiagnostica Laura Scopelliti, Responsabile Servizio Patologia Clinica Giovanni Polizzi, Responsabile Servizio Fisiokinesiterapia Giuseppe Sposito, Responsabile Ambulatorio Cardiologia Francesco Paolo Guarneri, Responsabile Ambulatorio Ortopedia Lillo Bennici. Guardare al futuro senza perdere la lezione della tradizione è la peculiare testimonianza dei settanta anni di attività. Qui tutto il personale, dai medici agli infermieri, ai fisioterapisti, agli ausiliari e amministrativi, formano una squadra per garantire il primario diritto alla salute.

Antonio Catalfio

E’ vietata ogni riproduzione anche parziale dei contenuti e delle immagini fotografiche.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: